Rimanere incinta dopo aborto: attesa necessaria

Rimanere incinta dopo aborto: può essere necessaria l’attesa

Ciao a tutte le future mamme e bentornate alle pancine ed alle donne in dolce attesa che, ogni settimana, cercano di trovare nel nostro consueto appuntamento settimanale del venerdì con la rubrica Mamma si diventa la giusta risposta alle loro domande sulla gravidanza. Oggi parliamo di un tema delicato ma sicuramente anche molto importante, che è quello relativo alla gravidanza dopo l’aborto: rimanere incinta dopo aborto è possibile? Secondo quanto è dichiarato dagli esperti, la risposta è positiva ma bisogna comunque che vengano rispettati alcuni aspetti nello specifico.

Rimanere incinta dopo aborto si può: ma quanto tempo serve?

Rimanere incinta dopo aborto

Rimanere incinta dopo aborto: è possibile ma bisogna attendere il giusto tempo.

Programmare una gravidanza dopo aver subito un aborto spontaneo è possibile: i medici e gli esperti consigliano, infatti, di rimettere in cantiere una gravidanza anche dopo un lutto così importante, perché dal punto di vista fisiologico – a parte specifici problemi che possono essere variabili – non ci sono freni specifici.

Tra l’altro, bisogna ricordare che tendenzialmente l’unico problema importante è quello relativo all’aspetto psicologico ed emotivo, in quanto la psiche può essere ovviamente essere soggetta a problemi da non sottovalutare: molte donne non solo rifiutano l’idea di rimanere subito incinte dopo un aborto spontaneo, ma spesso si rifiuta anche l’idea stessa di un rapporto sessuale. È proprio questo l’unico problema a cui si va incontro: ed è per questo che occorre aspettare il tempo necessario per la ripresa psicologica, ricordando che per quella fisica occorre semplicemente aspettare due cicli.

In sostanza, quindi, perché avvenga un equilibrio ormonale occorre almeno attendere due cicli avvenuti. Tendenzialmente, si potrebbe rimanere incinta dopo un po’ di tempo dal raschiamento, anche se il ciclo si presenta di solito dopo un periodo di 30 o 40 giorni da quest’ultimo. È bene comunque monitorare sempre l’arrivo dell’ovulazione. Se  la gravidanza è stata interrotta senza specifiche cause, ginecologi e medici consigliano in genere di prendere vitamine o integratori.

 

Author Info

FEI

No Comments

Scrivi il commento

TI AIUTIAMO A SCEGLIERE LA CLINICA ADATTA AL TUO CASO!

- CONTATTO DIRETTO E SENZA ATTESA
- MIGLIORI PREZZI E STATISTICHE

(Consulenza completa e gratuita al 100%)

Rispettiamo la tua Privacy

TI AIUTIAMO A SCEGLIERE LA CLINICA ADATTA AL TUO CASO!

- CONTATTO DIRETTO E SENZA ATTESA
- MIGLIORI PREZZI E STATISTICHE

(Consulenza completa e gratuita al 100%)

Rispettiamo la tua Privacy