Coppie infertili e turismo riproduttivo: un fenomeno ancora presente

Coppie infertili e turismo riproduttivo: un problema ancora presente

I dati che emergono  dalla Società italiana di fertilità e sterilità e medicina della riproduzione (Sifes-Mr) sostengono che l’uso della fecondazione eterologa nel Bel Paese sia raddoppiata, anno dopo anno, esattamente come è avvenuto nel Regno Unito. Questo è sicuramente un dato significativo e quindi molto interessante, ma c’è ancora molta strada da fare per raggiungere i risultati ottenuti, invece, dai centri significativi oltre il confine nazionale. E c’è soprattutto un problema importante da risolvere: l’assenza di un numero sufficiente di donatori volontari, che comporta per l’Italia una carenza importante, da soddisfare attraverso il ricorso a costose e dispendiose banche estere.

Coppie infertili e turismo riproduttivo: un fenomeno che prosegue a causa della carenza di donazioni di gameti

Coppie infertili e turismo riproduttivo

Infertilità e turismo riproduttivo per le coppie: un fenomeno molto diffuso.

Un problema che non è stato ancora risolto, quello che riguarda la fecondazione eterologa in Italia: la carenza di donatori e di donatrici di gameti, che non permette, quindi, alla fecondazione eterologa nel nostro paese di emergere in maniera significativa e che per questo motivo rappresenta comunque un danno per le coppie infertili ma non solo.

Infatti, la significativa carenza di donazioni di gameti è un problema per le coppie infertili, per due motivi: il primo è relativo al fatto che, dal momento che i centri non dispongono di un numero congruo di ovociti, la lista di attesa si allunga, e con essa ovviamente anche i tempi per accedere alla fecondazione eterologa. Essendo l’età un problema per le donne, dover attendere tempi troppo lunghi rischierebbe di mettere a serio rischio anche la possibilità stessa di rimanere incinta con la fecondazione assistita eterologa.

L’altro problema che riguarda le coppie infertili in relazione alla carenza di ovociti riguarda il fatto che, pur di non attendere, molte coppie sono costrette a rivolgersi all’estero, spesso continuando così a mantenere inalterato il fenomeno del turismo riproduttivo che, invece, andrebbe combattuto.

Author Info

FEI

No Comments

Scrivi il commento

TI AIUTIAMO A SCEGLIERE LA CLINICA ADATTA AL TUO CASO!

- CONTATTO DIRETTO E SENZA ATTESA
- MIGLIORI PREZZI E STATISTICHE

(Consulenza completa e gratuita al 100%)

Rispettiamo la tua Privacy